Vai al contenuto

Il governatore dell’Oklahoma ha firmato una legge contro l’aborto che salverà 4000 neonati all’anno.

Come anticipato in un precedente articolo, il governatore dell’Oklahoma, Kevin Stitt, aveva promesso che avrebbe firmato qualsiasi legge pro-life arrivata sulla sua scrivania, e ha mantenuto la promessa:

“Avevo promesso agli abitanti dell’Oklahoma che avrei firmato qualsiasi disegno di legge pro-life che fosse giunto sulla mia scrivania, ed è quello che sto facendo oggi. Vogliamo che l’Oklahoma diventi lo Stato più pro-life del Paese. Vogliamo mettere fuorilegge l’aborto in Oklahoma.”[1]

Il disegno di legge è stato approvato con una netta maggioranza (70 voti a favore e 14 contro). Questa legge proibisce tutti gli aborti in Oklahoma salvo nel caso in cui la vita della madre sia in pericolo. Prevede anche sanzioni per chi pratica aborti violando il divieto, arrivando fino a 10 anni di carcere e 100.000 dollari di multa.

Circa 4000 bambini vengono abortiti ogni anno in Oklahoma, secondo le statistiche ufficiali. Secondo le dichiarazioni di alcuni dipendenti dell’industria abortiva, c’è stato un aumento di donne che dal Texas sono andate in Oklahoma per abortire in seguito all’introduzione della “Heartbeat Law” in Texas. Stando a quanto dichiarato da Emily Wales, presidente ad interim di Planned Parenthood Great Plains Votes, l’incremento è stato dell’800%. E questo significa che la legge dell’Oklahoma salverà non solo i neonati dell’Oklahoma, ma anche quelli del Texas.

Il principale promotore del disegno di legge, Nathan Dahm, aveva già dichiarato in precedenza che l’aborto distrugge vite umane innocenti:

“Per quasi mezzo secolo, la nostra nazione ha sacrificato neonati innocenti, eliminando più di 60 milioni di vite. Lo scopo del governo è quello di proteggere i nostri diritti. Ogni tentativo consapevole e deliberato di togliere la vita a un innocente deve essere fermato.”[2]

Stima per la decisione del governatore Stitt è stata espressa anche da Marjorje Dannenfelser, presidente della SBA List, associazione che promuove donne antiabortiste in politica:

“L’Oklahoma ha promosso una delle leggi più forti della Nazione a difesa dei neonati e delle loro mamme, che potrebbe salvare almeno 3800 vite ogni anno. La scienza dimostra come il concepito sia a tutti gli effetti una persona, dotata di battito cardiaco già a sei settimane. Ammiriamo il governatore Stitt per la sua guida coraggiosa, la legislatura di Stato per il suo inestimabile supporto, e tutti coloro che hanno continuato a combattere instancabilmente per la volontà degli abitanti dell’Oklahoma”

E questa non è l’unica legge pro-life approvata in Oklahoma. Il 22 gennaio è stato dichiarato “Giorno delle lacrime” in memoria dei bambini abortiti, incoraggiando a mettere le bandiere a mezz’asta. E si sta anche lavorando per un divieto simile a quello del Texas.

In tutti gli Stati Uniti, i legislatori hanno introdotto centinaia di leggi pro-life quest’anno, in attesa che la Corte Suprema possa ribaltare la Roe vs Wade, a causa della quale, dal 1973, sono stati uccisi oltre 63,5 milioni di bambini.

L’Istituto Guttmacher stima che 26 Stati sono intenzionati a proibire gli aborti se la Corte Suprema si liberasse della Roe vs Wade. I ricercatori stimano che il numero di aborti potrebbe scendere a 120.000 nel primo anno e potenzialmente potrebbe diminuire ulteriormente.

Questa storica decisione dell’Oklahoma dimostra come se davvero si è compatti e decisi nella battaglia a favore della vita, alla fine si vince, anche se il resto del mondo rema contro. Non bisogna demordere ma puntare decisi verso l’obiettivo: l’abrogazione delle leggi ingiuste e la promozione di leggi che davvero difendano la vita, senza compromessi.

Traduzione e adattamento a cura di

Marco Pirlo

Fonte: LifeNews


[1] S. Ertelt, Oklahoma Gov Kevin Stitt Signs Abortion Ban that will save 4000 Unborn Babies a Year, pubblicato su LifeNews il 12/04/2022.

[2] Oklahoma Senate Press Release, Sen.Nathan Dahm files trio of bills tackling abortion, 25/01/2021.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: