Vai al contenuto

Una studentessa del College di Boston, afferma che i bambini che sopravvivono all’aborto dovrebbero morire!

Inseriamo qui di seguito la traduzione di un video, riportato dagli Students for life of America, che è divenuto virale negli USA e che secondo il nostro parere, qui in Italia non ha avuto abbastanza risonanza. La presidente degli Students for life discute con una studentessa pro-choice di cosa bisognerebbe fare se un bambino nasce vivo da una procedura abortiva. In questo video è contenuta tutta l’ipocrisia dell’ideologia abortista che, pur di portare avanti la propria propaganda di morte, è disposta a fare di tutto, persino ad usare le leggi per non assicurare assistenza sanitaria ai bambini che dovessero sopravvivere ad una procedura abortiva! Non c’è nulla di più disumano!

 

Kristan Hawkins: “Ritieni che se dei bambini vengono fermati al confine degli Stati Uniti […] e sono in pericolo di vita vadano rianimati e soccorsi”?

Studentessa: “Sì”.

Kristan: Ok, e se un bambino nasce vivo da una procedura abortiva in una clinica di Planned Parenthood, dovrebbe essere soccorso?

Studentessa: “No”.

Kristan: “Qual è la differenza? Quindi mettiamo che [una donna messicana] passa il confine, suo figlio è gravemente malnutrito, è disidratato […] ha il bambino tra le braccia che sta morendo, dovremmo pagare per la sua assistenza sanitaria?”

Studentessa: “Si”.

Kristan: “Se un bambino NASCE VIVO durante una procedura abortiva perché a volte l’abortista manca il cuore quando somministra la digossina, l’abortista deve offrirgli assistenza sanitaria?”

Studentessa: “NO”

Kristan: “Perché?” 

Studentessa: “Perché stanno eseguendo un aborto e quindi hanno già deciso che quello non è un bambino. So che lei ha appena detto che la scienza dice che…”

Kristan: “Lei ha appena detto che hanno determinato che non è bambino. Come può un abortista determinare che non è un bambino? Perché non è un bambino?”

Studentessa: “Perché è un feto e non è ancora nato”

Kristan: “Ma è già nato! Quindi mi stai dicendo che se il bambino è fuori dall’utero e la digossina non è riuscita ad indurre l’arresto cardiaco e il bambino è VIVO …”

Studentessa: “Beh, prima di tutto penso che sia un’occasione molto rara, non costituisce la totalità degli aborti …”

Kristan: “È rara, ma può succedere, un gruppo di persone sopravvissute all’aborto ha appena visitato la Casa Bianca. Quindi accade. Allora pensi che sia un bambino?”.

Studentessa: “No”.

 

Lasciamo ai lettori ogni ulteriore considerazione. Non credete che nel nostro paese la situazione sia tanto diversa … Per questo è necessario continuare a combattere anche contro l’iniquità di leggi che plasmano le menti delle giovani generazioni e le omologano ad un pensiero assurdo e disumano.

Fabio Fuiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: