Vai al contenuto

Come si procura un aborto D&E?

Riportiamo qui di seguito la traduzione dell’intervento del Dottor Levatino che potete trovare nel link infondo.

Dottor Levatino, cominceremo da lei, benvenuto.

Ringrazio lei, presidente, e i membri del comitato. Dunque… ho solo cinque minuti per cui vado dritto al punto.

La D&E (aborto per Dilatazione ed Evacuazione): sono aborti praticati nel secondo trimestre, grossomodo tra le 14 e le 24 settimane di gravidanza. Supponete, oggi, di avere una paziente di 17 anni, incinta di 22 settimane. Il suo bambino è lungo quanto la vostra mano più 5 cm… e lei può sentire il suo bambino scalciare già da diverse settimane.

La ragazza è addormentata su un tavolo operatorio. Entrate in sala operatoria, puliti e incamiciati, e dopo aver rimosso la laminaria (stelo essiccato di alghe che serve da dilatatore del collo uterino prima della procedura n.d.r.) introducete un catetere aspiratore nell’utero – questo che ho in mano è un 14 French… se lei fosse incinta di 12 settimane o meno, cioè con un bambino lungo a mala pena la larghezza del vostro palmo, potreste sostanzialmente eseguire l’intera procedura con questo strumento. Ma i bambini grandi così (14-24 settimane n.d.r.) non ci passano per un catetere di queste dimensioni.

Dopo aver aspirato il liquido amniotico tutto attorno al bambino, introducete uno strumento chiamato sopher clamp: un forcipe lungo una trentina di cm, di acciaio inossidabile, le cui estremità funzionali (misurando circa 6 cm di lunghezza e 3 cm di ampiezza) sono munite di file dentate e taglienti… insomma è uno strumento fatto per afferrare e quando afferra qualcosa non lascia la presa.

La D&E è una procedura d’aborto svolta alla cieca, perciò: immaginatevi di introdurre questo strumento, cercando di afferrare alla cieca tutto ciò che potete, e di tirare – e quando dico tirare, intendo strappare forte – e così salta fuori una gamba piccola così che riponete sul tavolo affianco a voi; cercate ancora, tirate ancora, tirate fuori un braccio, più o meno della stessa lunghezza, che riponete sul tavolo affianco a voi – e usate questo strumento ancora e ancora per strappare via la spina dorsale, gli organi interni, il cuore e i polmoni.

La testa di un bimbo di quelle dimensioni è grossomodo della taglia di una grossa prugna… non potete vederla ma sarete piuttosto sicuri di averla presa quando sentirete la vostra pinza attorno a qualcosa e quando la presa della vostra mano sulla pinza si sarà allargata il più possibile. Saprete di averci azzeccato quando, schiacciando forte col vostro strumento, fuoriuscirà dal collo uterino una sostanza bianca. Quello era il cervello del bambino, ora potete tirare fuori pezzi di cranio e passare una giornata come io ne ho passate tante… a volte ti si ripresenta un piccolo volto, che torna a fissarti.

Congratulazioni, avete appena portato a termine un aborto D&E, al secondo trimestre, con successo. Avete appena riaffermato il diritto per lei di scegliere.

Traduzione di Sara del Vecchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: